facebookmail

Droni che volano come insetti

  • Pubblicato il: 13th marzo 2016
Droni che volano come insetti

Per insegnare ai droni a volare da soli evitando in autonomia gli ostacoli, i ricercatori svedesi dell’Università di Lund stanno pensando di sfruttare una strategia tipica delle api verdi dell’orchidea Euglossa dilemma. Non è la prima volta che gli scienziati si ispirano alla natura per creare o migliorare i dispositivi elettronici. L’idea vincente potrebbe arrivare dal mondo degli insetti che riescono a muoversi nella vegetazione più fitta senza sbattere contro alberi e piante grazie a un potente sistema di visione. I ricercatori hanno spigato che le Euglossa dilemma possono volare senza “incidenti” nelle fitte foreste pluviali perché il loro sistema sensoriale sfrutta l’intensità relativa della luce per capire quale direzione prendere. La luce del sole penetra tra gli spazi vuoti delle foglie. Le Euglossa però si infilano in un passaggio solo se lo spazio tra le piante è sufficiente a far filtrare la giusta quantità di luce. Emily Baird, autrice dello studio pubblicato sulla rivista scientifica Proceedings of the Royal Society ha spiegato che il sistema è molto semplice e adatto ad essere applicato a robot leggeri e di piccole dimensioni come i droni. Nonostante la soluzione sia di facile applicazione prima che venga messa a punto e che possa essere prodotta su larga scala ci vorranno comunque almeno 5 anni.