facebookmail

Facebook ci ripensa sull’uso di soprannomi

  • Pubblicato il: 13th dicembre 2014
Facebook ci ripensa sull’uso di soprannomi

Dopo le polemiche scatenate dalla Drag Queen Sister Roma, Facebook potrebbe fare marcia indietro sull’obbligatorietà dei “nomi reali” all’interno dei profili. Come sottolineato dalla Drag Queen e da molto esponenti della comunità Lesbiche, Gay, Bisessuali e Transgender, dietro la scelta di un nome diverso può esserci un bisogno di anonimato o di affermazione della propria personalità e identità sessuale. Insomma non è un gioco o un espediente per “nascondersi” senza ragione. Facebook ha subito chiesto scusa promettendo di “mettere mano alle regole” pur dichiarando di non voler rinunciare a distinguersi dagli altri social, caratterizzati da molti profili con pseudonimi. L’idea è quella di rispettare i bisogni degli utenti LGBT senza smettere di lottare contro gli account fasulli e potenzialmente pericolosi. Non è chiaro come Facebook possa riuscire a verificare tali informazioni.